LE MOT DE LA SEMAINE: but

La parola che vi propongo questa settimana è un’ulteriore esempio di come la lingua francese sia oggetto di attenta e costante tutela da parte dei membri dell’Académie. But (si pronuncia byt) signifi...

LE MOT DE LA SEMAINE: baguette

Dopo il “croissant” non poteva certo mancare la baguette,  un altro simbolo della Francia e delle sue tradizioni. Croccante fuori e morbido  dentro, il famoso filone di pane prende il suo nome propri...

LE MOT DE LA SEMAINE: ordinateur

La maggior parte delle lingue europee e probabilmente anche extra europee utilizza la parola inglese computer. Solo il francese e pochi altri idiomi riservano a quest’oggetto, di cui ormai non possia...

LE MOT DE LA LA SEMAINE: stage

Stage: sono proprio stufa di sentirlo pronunciare all’inglese (steig), quando invece è una parola francese e pertanto la pronuncia corretta è “stag”, con la g dolce!

LE MOT DE LA SEMAINE: bohémien

C’è una bellissima canzone di Charles Aznavour (La bohème) che mi ha suggerito la parola di oggi: bohémien.  Il termine ha la duplice funzione di aggettivo e sostantivo. Come aggettivo indica l’abita...

LE MOT DE LA SEMAINE: tirelire

Ne ho visto uno domenica scorsa in un mercatino dell’antiquariato. Se ne stava lì, tondo, tondo, e mi guardava come se volesse attirare la mia attenzione per farsi prendere. Mi sono detta: ma allora ...

LE MOT DE LA SEMAINE: hôtel

Bonjour, cari lettori.  La parola che vi propongo questa settimana appartiene alla mia passata esperienza di docente in un istituto alberghiero (lycée hôtelier) ed è appunto hôtel…

LE MOT DE LA SEMAINE: croissant

Bonjour mes chers lecteurs, questa settimana per gli amici francofili si concluderà con una nota di dolcezza perché il termine che ho scelto è croissant.  Il “crescente”, come ben sapete,...