Le mie idee per l’estate 3 – I vulcani spenti dell’Auvergne

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’Unesco accende i vulcani spenti dell’Auvergne.

Splendidi. Anche senza l’applauso del mondo e la bella vetrina. Perché pochi posti in Francia hanno la sorprendente maestosità dei vulcani spenti dell’Auvergne, coni perfetti che emergono dal Massiccio Centrale a un niente da Clermont-Ferrand e che disegnano la cosiddetta Chaȋne des Puys. Ma insomma, certe notizie fanno comunque piacere. E questa è clamorosa: perché l’Unesco ha appena di inserire queste meraviglie del Puy-de-Dôme nel World Heritage, la prestigiosa lista del patrimonio dell’Umanità. Della serie: una ragione in più – se non ci siete mai stati – per andare a scoprire questa strepitosa regione del dio Vulcano, della lava e della grande faglia di Limagne.

A raffica, i miei consigli. Intanto non perdetevi il treno elettrico e a cremagliera Panoramique des Dôme, che in estate parte ogni 20 minuti (dalle 9 alle 20,40) e in 15 minuti vi porta praticamente ai 1465 metri del Puy de Dôme dominato dall’Osservatorio di Fisica del Gloco, con possibilità di visitare il Temple de Mercure (resti gallo-romani) e di avere una vista magnifica sulla Chaȋne des Puys, sulla Limagne, su Clermont-Ferrand e sul grandioso Massiccio del Sancy.

Ma l’Auvergne dei vulcani è bella da scoprire anche a piedi. Raggiungendo ad esempio il lago vulcanico di Pavin con vista sul cratere del Puy de Montchal o il cosiddetto Sentiero delle cime (Sentier des Crêtes) partendo dal paese di Mont Dore, percorso anch’esso che può essere effettuato utilizzando una funicolare Belle Epoque. Più di tutto e tutti, meritano il Chemin des Muletiers (dal parking del Col de Seyssat) e in particolare il Tour du Puy de Dôme, sentiero bene indicato in giallo. Altre suggestioni:  la Maison de Site, a Volvic, ai piedi del vulcano più famoso e dove si trova la stazione di partenza del treno Panoramique. Per  i ristoranti, direi che il più suggestivo (pure buono) è il Resto d’Epicure nella parte alta del Puy de Dôme. Per il soggiorno in questa zona dell’Auvergne consiglierei il grazioso Hotel de Russie (3 stelle) al Mont Dore.

Info – per raggiungere la zona dei vulcani addormentati dell’Auvergne conviene raggiungere Lione (da Torino, 3 ore, da Milano poco più di 4 ore), quindi proseguire per Crermont-Ferrand (sulle 2 ore). www.panoramiquedesdomes.fr

Pin It

Rispondi