Dalida: il mito in scena a Parigi

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nata al Cairo il 17 gennaio del 1933 con il nome di Jolanda-Cristina Gigliotti, Dalida sfila per la prima volta nel 1955. Miss Egitto giovanissima, diventa subito attrice (tra i suoi film più famosi ci sono Parlez-moi d’amour e L’Inconnu de Hong-Kong) e poi cantante (è la prima donna a vincere nella storia della canzone un disco d’oro e un disco di diamante) rimanendo sempre una donna fatale travolta da amori impossibili e a volte fatali.

Come quello con Luigi Tenco, suicidatosi nella sua camera d’albergo nel 1967. Un mese più tardi Dalida cercherà di mettere fine ai suoi giorni, ma questa volta invano. La cantante, dopo altri amori difficili, nel 1972 incontra Richard Chanfray e la loro relazione durerà 9 anni, fino a quando anche lui, nel 1983 si suiciderà. Dopo 85 milioni di dischi venduti e 55 dischi d’oro, Dalida decide di mettere fine alle sua vita il 2 maggio del 1987 in un hotel particulier parigino. Ora le sue spoglie riposano nel cimitero di Montmartre.

Al mito Dalida, alla sua bellezza, alla sua vita straordinaria e impossibile, alla sua eleganza e, naturalmente, alle sue canzoni, è dedicata la bellissima e, per alcuni aspetti divertente, mostra Dalida Une garde-robe de la ville à la scène, allestita nelle stanze del Palais Galliera fino al 13 agosto. La mostra ripercorre la vita del mito Dalida attraverso i vestiti che l’attrice ha indossato nel corso della sua carriera: quelli della pin-up giovanissima e quelli della star che si è esibita al Bobino e a l’Olympia di Parigi. Ci sono i vestiti elegantissimi di alta moda (da quelli firmati da Pierre Balmain a quelli di Loris Azzaro e Saint Laurent, solo per citarne alcuni) della vedette e quelli indossati durante gli show televisivi.

La mostra è uno splendido pretesto per sbirciare nel guardaroba, altrimenti inavvicinabile, di una star. Da non perdere gli inserti video disseminati lungo il percorso che permettono di ascoltare le canzoni di Dalida e di vedere quali vestiti indossasse in quei frangenti. Raramente si esce da una mostra cantando, ma qui succede, e si ha subito la voglia di rivederla.

Info – www.palaisgalliera.paris.frda oggi fino al 13 agosto 2017. Chiuso il lunedì. Ingresso: 12 e 9 euro. Orari: dalle 10 alle 18, il giovedì fino alle 21

Per gentile concessione di www.parigimaipiusenza.com

Pin It

Rispondi