Parigi: un poema lungo un muro

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nella Rue Férou, non lontana da Boulevard Saint-Germain, dove un tempo abitò anche Hemingway (al civico 6), c’è un’opera d’arte molto particolare: 300 metri quadrati di versi da leggere, come nella calligrafia giapponese, all’inverso.

Un murales assolutamente particolare, che occupa un’ampia parte della sede dell’Hôtel des Finances (il palazzo dove si pagano le tasse, per intenderci), riproduce il testo del famoso poema di Rimbaud, Le Bateau ivre.

Scritte alla fine dell’estate del 1871, quando Arthur aveva appena 17 anni, le venticinque quartine di versi alessandrini che lo compongono raccontano la storia del piccolo battello ebbro del titolo che, senza alcuna guida, vaga nella tempesta fino a inabissarsi.

Il luogo è stato scelto perché si racconta che proprio qui, in un locale oggi sparito, una sera, Rimbaud abbia letto per la prima volta la poesia durante una “bisboccia” piuttosto alcolica con gli amici. I 300 metri quadrati di muro che accolgono il poema, da leggere come nella calligrafia giapponese, all’inverso, sono stati realizzati nel 2012, dal, su commissione della fondazione Tegen-Beeld e con un finanziamento dell’ambasciata dei Paesi Bassi.

Un’idea che certamente sarebbe piaciuta anche a Rimbaud, lui che, parlando in Una stagione in inferno della sua poesia, precisò: “Inventai il colore delle vocali”E se lungo la Rue Férou, il tratto “a inchiostro” è nero, ci pensano le grandi vetrate degli eleganti palazzi circostanti e le campane della maestosa chiesa di Saint Sulpice ad affrescare di note suggestive questa splendida invenzione di mettere un poema al muro.

Un piccolo consiglio goloso

Se la passeggiata vi ha solleticato l’appetito, potete approfittarne per attraversare la place Saint-Sulpice e raggiungere la piccola, esclusiva pasticceria Pierre Hermé, al 72 della Rue Bonaparte, aperta tutti i giorni dalle 10 alle 19. Non stupitevi delle schiere di golosi in coda ordinata lungo il marciapiede, pronti ad acquistare i noti maçaron classici o rivisitati come nei gettonatissimi Ispahan, Médélice o Yasamine, assolutamente da provare e tutti fotografati prima di essere addentati e postati su Instagram.

Info – Rue Férou, 75006 Paris, Francia; Pierre Hermé, 72 Rue Bonaparte, 75006 Paris, Francia – +33 (0)1 43 54 47 77, www.pierreherme.com

 

Pin It

Rispondi