Aria repubblicana al Musée d’Orsay

Ogni occasione è buona per visitare il Musée d’Orsay! Quindi, perché non approfittare dell’evento Orsay en Fête, una festa di musica e arte sulle “note repubblicane” dell’ Orchestre de la Garde Republicaine?

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tre giorni di musica, dal 22 al 24 gennaio, quattrocento musicisti e una cornice unica, tutti gli spazi del museo. Si tratta di mini-concerti, della durata di una quindicina di minuti l’uno. Quanto basta per permettere ai visitatori una vera e propria passeggiata musicale, che coniuga l’arte impressionista alla musica classica. Ma c’è anche qualcosa di più corposo. Come i due grandi concerti serali della durata di un’ora, nella navata principale dell’Orsay:  venerdi alle ore 20 con il soprano Julie Fuchs e il baritono Stéphane Degout, e sabato, stessa ora, con il concerto strumentale diretto da François Boulanger.

E, per chi si sente particolarmente ispirato, domenica pomeriggio è previsto il gran finale con il Coro dell’Armée Française, al quale tutti gli spettatori saranno invitati a partecipare… cantando il Nabucco!

L’intento è quello di ricreare l’atmosfera delle grandi feste popolari della III Repubblica, per cui tutti gli spazi del museo saranno pervasi dallo spirito repubblicano. Per l’occasione il ristorante dell’Orsay sarà allestito con scenografie che rimandano ai grandi banchetti dell’epoca, e diverse conferenze di storia sono previste nello spazio dell’auditorium.

Il tutto gratuitamente, o quasi. Per i concerti in serata, a partire dalle ore 20, l’accesso è libero (nel limite dei posti disponibili), mentre durante la giornata i concerti saranno accessibili pagando il biglietto d’ingresso al museo. E dato che è prevista la partecipazione di 15000 spettatori, ci sarà da mettere in conto un po’ di coda…

Il programma completo della manifestazione è consultabile a questo link: www.musee-orsay.fr/fileadmin/mediatheque/integration_MO/PDF/DEPLIANT_Orsay_en_Fete.pdf

Pin It

Rispondi