Le mot de la semaine

Avoir des oursins dans la poche

oursinBonjour chers amis, l’espressione di oggi avoir des oursins dans la poche o “dans le porte-monnaie” evoca un’immagine simpatica e facilmente comprensibile. La parola oursin (riccio di mare) risale alla metà del XVI° secolo ed è, secondo alcuni, una deformazione di “ourson” (orsacchiotto), mentre secondo altri deriverebbe dall’occitano “orsin de mar”. Comunque sia, questa piccola creatura del mare è circondata da una moltitudine di aculei che sarebbe opportuno evitare di piantarsi nelle dita. E’ semplice immaginare che una persona che si trovasse (perché mai?) uno o due di questi frutti di mare in tasca o nel portamonete eviterebbe accuratamente di metterci la mano. Tale costante difficoltà di accesso al luogo deputato alla custodia del denaro potrebbe far pensare all’avarizia, a chi non fosse informato della presenza di questi animaletti nella tasca.

Pin It

Rispondi