Le mot de la semaine

être médusé

etre méduséAnche questa volta l’origine dell’espressione che vi presento va ricercata nella mitologia greca. Etre médusé fa evidentemente riferimento alla méduse, la medusa.

Se avete qualche nozione di mitologia greca, avrete certamente sentito parlare della più celebre delle tre Gorgoni, Medusa, appunto, una fanciulla che con la sua grazia e la sua avvenenza riuscì a sedurre il dio del mare, Nettuno, che la rapì e la portò nel tempio di Minerva.

La dea della saggezza in questo caso non si mostrò molto equilibrata: gelosa della bellezza della fanciulla, decise di trasformarla in una creatura ignobile, un vero mostro. La bella Medusa, da allora, ebbe serpenti al posto dei capelli, denti di cinghiale e ali d’oro. Era diventata così brutta che chiunque la guardasse negli occhi ne era talmente sconvolto da restarne. nel vero senso della parola, pietrificato.

A questo punto è facile intuire che l’espressione “être médusé” dovrebbe equivalere a quella italiana essere pietrificati dalla paura.

Au revoir , à la prochaine fois.

Pin It

Rispondi