Le mot de la semaine

Né dans la pourpre

indexL’espressione che vi presento oggi, né dans la pourpre, ci porta ancora una volta nell’antica Bisanzio, poi Costantinopoli, infine Istanbul. La sua origine è greca e si riferiva ai figli degli imperatori bizantini che, pur in mancanza di regole fisse nella successione imperiale, avevano buone probabilità di raccogliere l’eredità paterna.Ma cosa c’entra “la pourpre” (porpora)?  Ebbene, le pareti della camera del gran Palazzo di Costantinopoli in cui partorivano le mogli degli imperatori erano ornate da blocchi di porfido rosso proveniente dall’Egitto.

Bisogna aggiungere che fin dall’antichità il color porpora era molto ricercato e molto caro in quanto raro e difficile da ottenere da un’enorme quantità di lumache di mare. Per questo motivo era riservato a personaggi d’alto rango. E non dimentichiamo che anche nel mondo ecclesiastico questo colore è sempre stato simbolo di potere.

Fortunato colui o colei che “nasce nella porpora” in una famiglia ricca e potente: dovrà faticare ben poco per farsi strada nella vita!

Pin It

Rispondi