A caccia di formaggi. Francesi

Photo-1Formaggi? Quando si parla di buon cibo, la Francia ha ben poco da imparare. E questo vale anche in campo caseario.Forse non tutti sanno, infatti, che per numero di formaggi DOP e IGP i nostri cugini francesi sono i primi del mondo. Sono 51 i formaggi legati al terroir che sono stati messi in cassaforte, nel solco di una tradizione e di una storia quasi unica. Già novant’anni fa, ad esempio, si decise di proteggere il Roquefort dalle imitazioni: poteva usare questo nome solo il saporitissimo gran bleuprodotto e stagionato nel sud del paese, con il latte di pecora crudo e le famose muffe che lo rendono perfettamente riconoscibile. Oggi l’offerta è molto ampia varia. Si va da grandi formaggi come il Comté, che con un milione e mezzo di forme da 40 chili prodotti ogni anno è il più importante formaggio DOP francese, ai piccoli formaggi fermière, prodotti dalle stesse aziende agricole.

fruitiere-comte-large

Sul mercato, inoltre, troviamo anche tanti prodotti di qualità che non sono necessariamente legati al territorio. È il caso dei formaggi e del burro a marchio President, del Camoscio d’oro, del Caprice de Dieux, dei tanti buoni formaggi che troviamo in moltissimi supermercati. Per i prodotti di nicchia, la ricerca è più difficile e bisogna rivolgersi ai negozi specializzati in delicatessen.

535614_110482415752047_287275292_n-e1410238567203

Ma dato che siamo alla vigilia delle vacanze estive: perché non mettere in cantiere un vero e proprio tour de France che ci porti nei luoghi di produzione e ci permetta di comprare lì questi formaggi eccezionali?

roquefort

Ecco un paio di riferimenti, tanto per iniziare:

per il roquefort il tour potrebbe partire da Marsiglia o da Montpellier:

www.tourisme-aveyron.com/en/discover/unmissables/roquefort.php

Sul sito del consorzio nomi e indirizzi delle migliori formaggerie

 

Pin It

Rispondi