La nostra Parigi: III Arrondissement (Haut Marais)

004Merci boutiqueQuando ci arrivi ti viene voglia di dire grazie a chi ti ha consigliato questo indirizzo. E che questo strepitoso concept store si chiami Merci sembra quasi una metafora. Si trova nel 3° Arrondissement, che è poi l’Haut Marais, quartiere del design e dell’arte contemporanea sulla Rive DroiteCon la sua fauna artistica e il suo spirito delicatamente anticonformista, la sua vita da “piccolo villaggio”, le sue boutique effimere, chic e trendy, i suoi palazzi sei-settecenteschi che dopo la Rivoluzione erano stati occupati da artigiani, gioiellieri e adesso sono il rifugio di artisti, creativi e designer.

018Merci boutique

Erano stati Bernard e Marie-France Cohen, fondatori del brand Bonpoint, ad aprire Merci nel 2009, convinti che a Parigi mancasse un posto accogliente dove trovare il meglio della moda, degli oggetti per la casa e del design emergente. Trovarono geniale la vecchia maison des tissus Braquenié. E realizzarono così la loro utopia urbana su 3 piani in stile loft post-industriale, a cui aggiunsero un senso umanistico:  l’impegno filantropico a destinare parte degli incassi a progetti di aiuto umanitario e di educazione nei Paesi del Sud del mondo. Una meraviglia.

014Merci boutique

Nel weekend Merci deborda di curiosi in cerca di oggetti belli e insieme utili, ambientazioni domestiche e strumenti di vita quotidiana che artisti geniali e talentuosi hanno trasformato in gioielli di design. Qui e là, picole, grandi icone: il Canapé Ghost di Paola Navone, il Tabouret Plopp di Oskar Zieta, il Table Lloyd di Christoph Seyferth, la Chaise Navy di Emeco. Certo, con prezzi non propriamente da seconda mano. Ma si sa, il bello firmato costa e quindi lo paghi. In un corner, attirano l’attenzione le edizioni nuovissime di stampe e poster The Parisianer create da 107 artisti internazionali in omaggio a Parigi e ispirate alla Grande Mela e al suo famoso magazine New Yorker. Per non parlare dei capi di moda, delle porcellane da collezione, degli abiti vintage. E se la fame si fa sentire, alla Cantine du potager affacciata su un delizioso giardino al piano sotterraneo, potete fare un pieno di salades raffinées, di soupes délicieuses e di legumes bio del giardino di madame Bertin.

023Merci boutique

All’esterno di Merci, c’è il mondo pétillant dell’Haut-Marais che esplode tra Rue Bretagne, Rue de Turenne, Rue Pastourelle e Rue du Temple. Al 111 di Rue de Turenne c’è l’interessante Gallery S.Bensimon che è un vero laboratorio di idee; e strameritano anche le gallerie BSL e Dansk, rispettivamente al 23 e al 31 di Rue Charlot, Ghoutharc al 7 di Rue Saint-Claude e Gosserez al 3 di Rue Debelleyme.

010Merci boutique

Per carità, nel 3° Arrondissement non c’è solamente il design. In zona c’è il Museo Picasso che il 25 ottobre scorso ha riaperto i battenti nello scenografico Hôtel Salé dopo 20 mesi di restauri, con 5mila pezzi del grande maestro. Per non parlare dell’Hôtel Carnavalet (zona Rue Payenne) dove visse l’amatissima scrittrice epistolare francese Madame de Sevigné. Non solo: siamo nell’Alto Marais e se c’è un hôtel-galerie imperdibile si chiama Jules&Jim, all’11 di rue des Gravilliers, 23 camere tutte diverse sparse in tre diversi edifici, colori sobri, materiali sostenibili (vetro, pietra, legno), due cortiletti, muri vegetali, clic di grandi maestri della fotografia, una deliziosa vista sui tetti di Parigi. Se amate il pesce e i frutti di mare, vi segnaliamo L’Ȋlot al 4 di Rue de la Corderie. Ma il locale del momento è il bar-gastronomico Dessange, al 74 di Rue des Archives, che serve unicamente dessert à l’assiette ed è ricavato in uno spazio (graniti, banche da giardino, strutture metalliche, etc.) che da solo merita il viaggio. Vi giriamo anche il consiglio di un amico parigino innamorato del Rachel’s al 25 di Rue du Pont-aux-Choux: pare che lì si degustino i migliori cheesecake della capitale.

picasso_01_museo_parigi_riapertura_getty

MERCI si trova al 111 di boulevard Beaumarchais, tel. 0033.1.42770033, contact@merci-merci.com. Aperto tutti i giorni 10-19, chiuso il sabato. Metrò: fermata Saint Sébastien Froissart Linea 8, bus 20 e 65.

INFO – Per il Musée Picasso www.museepicassoparis.fr; per la Gaité Lyrique www.gaite-lyrique.net; per l’Hotel Jules&Jim www.hoteljulesetjim.com; per la Galerie Dansk www.galeriedansk.com; per la BSL www.galeriebsl.com; per Dessance: www.dessance.fr

 

Pin It

Rispondi