Expo 2015: prima “pietra” per il Padiglione Francia

Crediti fotografici:Crédits photos_© CMC : XTU : STUDIO A. RISPAL_INT_01Nel cantiere dell’Expo corrisponde a uno del lotti più grandi: 3600 mq. Noi di Vogliadifrancia siamo stati tra i primi a vederlo in occasione della posa della prima “pietra di legno”… Dopo una lunga attesa e qualche indiscrezione, lunedì 29 settembre ha preso ufficialmente il via, nella nuova area dedicata all’Expo alle porte di Milano, la costruzione di Pavillon France, cioè quella che sarà la “casa” dei cugini d’Oltralpe per tutto il periodo dell’Esposizione Universale.  Dedicato al tema “produrre e nutrire diversamente”, il Padiglione è stato svelato nella sua forma  di edificio temporaneo, completamente smontabile e rimontabile, con una struttura alveolare, fatta con diversi tipi di legno provenienti dallo Jura, e un’anima “low-tech”.

Crediti fotografici:Crédits photos_© CMC : XTU : STUDIO A. RISPAL_EXT

Nella piccola cerimonia che si è tenuta a Pero, alla presenza del Ministro francese dell’agricoltura Stéphane Le Foll, del suo collega italiano Maurizio Martina e di un centinaio di giornalisti, tutti muniti simbolicamente di un elmetto da cantiere, è stata scoperta la “prima pietra”, in realtà un arco di legno, cellula base del nuovo Padiglione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

E si  è accennato ai contenuti della missione francese all’Expo, che punterà su quattro pilastri:

1) contribuire alla sicurezza alimentare globale e all’aumento della produttività agricola attraverso il trasferimento di innovazioni, tecniche ed economiche, politiche e organizzative; 2) rispondere alle crescenti esigenze alimentari preservando le potenzialità naturali del pianeta e gli equilibri socio-economici; 3) dare accesso, attraverso una politica attiva di cooperazione internazionale, a un’alimentazione qualitativamente e quantitativamente sufficiente e sana nei paesi in via di sviluppo; 4) difendere un modello alimentare che combini in maniera inseparabile quantità e qualità, con particolare attenzione alla sicurezza sanitaria dell’acqua e del cibo, all’equilibrio nutrizionale e alla dimensione del “piacere”.

A partire dall’1 maggio 2015 e per tutti i 184 giorni dell’Expo, il Padiglione Francia potrà ricevere 1000 visitatori l’ora e vi sono attese 5.000 delegazioni straniere.

Nel frattempo è possibile visitarlo virtualmente sul sito www-france-milan-2015.fr e sono già attivi  la pagina Facebook, i profili Twitter e Instagram e il canale Youtube. Per trovarli più facilmente seguite l’hashtag: #franceexpo2015

 

 

Pin It

Rispondi