Bordeaux: il nuovo “Mama” di Philippe Starck

MAMASHELTERBORDEAUXLOGOAquitaniaÈ la grande novità di Bordeaux, buona quanto il vino omonimo: un nuovo albergo Mama Shelter firmato da Starck sulla falsariga di quelli già aperti a Parigi, Marsiglia e Lione. Un viaggio onirico fra convivialità e camera da letto. by paolo galliani

Lo scultore del policarbonato trasparente ha colpito ancora. Philippe Starck è così: minimalista e complicato, epurato e barocco. Mai pensare di conoscerlo troppo. Quando pensi che si sia dato finalmente una calmata dopo avere disegnato le cose più geniali per Kartel (chi non ama le famose sedie Louis Ghost?) e firmato ristoranti e locali in mezzo mondo, lui ti frega. Come aveva fatto 3 anni fa condividendo la strepitosa idea del socio e amico Serge Trigano: realizzare un albergo “etico ed umanistico” a Parigi che più strano non si può, in un quartiere che più defilato non si può.

MamaShelter-Bordeaux

L’aveva chiamato Mama Shelter, evocando l’idea di un “rifugio materno” e in meno di 2 anni ne aveva  aperti altri a Marsiglia, a Lione, a Istanbul, lasciando in tutti la stessa medesima impronta, a sua immagine e somiglianza, passando dall’high-tech alle linee epurate, dalle trasparenze all’iper-surrealismo alla Dalì, dalla regressione infantile all’ecologia, dall’etica al buon umore. Ho soggiornato in quello di Parigi ed è stato una sorpresa. Sono stato in quello di Marsiglia, non molto lontano da Cours Julien, è l’ho trovato ancora più interessante. Mi sono ripromesso di andare presto a visitare quello di Lione. Ma intanto mi segno la novità degli ultimi 2-3 mesi: eureka!, Philippe Starck ha dunque colpito ancora e lo ha fatto a Bordeaux, una città che, a torto, noi italiani snobbiamo e che ha invece un fascino che forse nessun’altra ville française possiede.

mama-shelter-bordeaux-restaurant-1

MamaShelter-Bordeaux-cameraL’atmosfera è la stessa e i decori quelli che fanno ormai tendenza e spinto un sacco di nuovi design-hotel a plateali emulazioni: salvagente coloratissimi e sospesi per aria, soffiti e pareti rivestiti di graffiti, messaggi onirici, disegni allucinati, computer, ping-pong e biliardini ovunque e gratuiti, camere minimaliste e monacali ma iper-moderne, dotate anche di un iMac sulla parete per consulatere le mail, vedere film di ogni tipo gratuitamente e perfino filmarsi. Poi gli spazi comuni che sono una via di mezzo fra un ostello della gioventù Anni ‘50 e un asilo per bambini diventati grandi troppo in fretta. Infine bar e ristoranti informali e trasversali e forse per questo maledettamente trendy. Stavolta Mama Shelter è in centro città, all’interno della svettante e ottocentesca TOUR DU GAZ che necessitava di una sana riconversione e che oggi torna ad essere il luogo-cult sui tetti della città vecchia. Peccato che la stagione non sia l’ideale per salire sul “roof top” che è destinata a diventare la più bella terrazza di Bordeaux. In estate sarà una meraviglia.

INFO – “Mama Shelter” si trova al 19 di rue Poquelin-Molière, nel cuore di Bordeaux, tel. +33 (0)5 57 30 45 45. L’albergo è di fatto un 4 stelle con 97 camere, un ristorante, una pizzeria, bar “à cocktail et à vins” e 2 ateliers. I prezzi delle camere dipendono dalla disponibilità e dal booking: prenotando la doppia con largo anticipo via-Web si possono strappare prezzi pazzeschi, tipo 59 euro a notte. Intanto, date un’occhio al SITO.

Pin It

Rispondi