Loira: a Chambord nel letto di François I

chambord4A 90 minuti da Parigi, nella Valle della Loira, hanno aperto due deliziosi alberghetti – con tre sistemazioni – ai piedi dell’esagerato Castello di Chambord. Quasi una lesa maestà…. by paolo galliani

François I avrebbe da ridire, lui che aveva fatto costruire questo castello smisurato nel 1520 perché il mondo potesse ammirare la grandeur del Regno di Francia. Ma le cose cambiano: aprono alberghi dove un tempo c’erano prigioni, monasteri, campi di concentramento, perfino chiese.

Chambord

Stavolta è toccato anche al mitico Château de Chambord adattarsi: da alcuni giorni, attorno al più “superbo” dei castelli della Loira hanno trovato posto addirittura tre piccoli alberghi di charme ed è un’assoluta novità per la cosiddetta Folie che ogni anno viene visitata da quasi un milione di persone, in una parte di Francia amatissima dagli italiani, anche per la nota familiarità della Valle della Loira con Leonardo da Vinci (che notoriamente è sepolto a pochi chilometri, nel castello di Amboise).

C’è la Maison des Réfractaires che fino a pochi anni fa ospitava gli uffici amministrativi della tenuta reale e che adesso si presenta con due diversi ed eleganti gîtes con una manciata di camere (entrambi possono accogliere al massimo 8 persone) e tariffe inevitabilmente elevate (weekend di 3 notti a 700 euro, che tuttavia diviso 8 non raggiungono i 30 euro a persona!).

chambord5

E c’èLa Gabillière con camere per 6 persone ricavate in una vecchia residenza del guardia parco nel bel mezzo della foresta di Chambord e un prezzo medio nel lungo ponte (sempre da venerdì a lunedì) un po’ più abbordabile, sui 560 euro. Una volta nella vita si può anche fare. Chiunque sia, avrà la nostra invidia.

Info: informazioni e prenotazioni nelle tre strutture alberghiere al numero 0033.(0)2.54505040 o sul sito: Maison des Réfractaires e La Gabillière oppure, per il castello www.chambord.org

Pin It

Rispondi