Capra e cachi, una ricetta made in France

GerardVivesNon si sa mai cosa fare con i cachi se non mangiarseli col cucchiaino e comunque come dessert! Un cuoco francese globe trotter – Gérard Vives – propone una versione salata abbinando cachi e formaggio di capra. A me è piaciuta molto… by martine buysschaertDevi scegliere cachi non troppo maturi, li sbucci e li tagli a fette spesse 1 centimentro. Poi li fai marinare nell’olio extravergine di oliva non astringente con qualche fogliolina di basilico. Metti sopra ogni fetta uno strato di formaggio di capra, aggiungi qualche grano di sale – preferibilmente integrale, meglio se fleur de sel bretone – e pepe appena macinato.

Gérard consigliava il pepe pygmea, ma non sono riuscita a procurarmelo e l’ho sostituito con del pepe nero del Madagascar. Il tutto, sempre seguendo i consigli del cuoco, andrebbe abbinato al meglio a un fresco Sauvignon d’Hervé Villemade; io avevo un Fonteascosa, ottimo bianco biologico marchigiano e posso dire che ci cantava proprio! Se vuoi procurartelo contatta la produttrice La Battinebbia o Brunori.

I cachi "salati" di Gérard Vives

I cachi “salati” di Gérard Vives ©

Tra l’altro, il buon Gérard, oltre a essere fotografo, è importatore di spezie con tanto di boutique on line, in pratica uno spettacolare emporio di spezie non trattate e di grande qualità, tra cui una straordinaria collezione di pepe. A proposito, è una bella idea come regalino di Natale “tutto pepe”!

Comunque, per tornare ai cachi, se li preferisci in versione dolce, ti segnalo che il sito Buonissimo propone tre ricette – una crostata, dei muffin e una marmellata – invitanti e facili.

Buon cachi a tutti!

Pin It

Rispondi