Chantilly: lezione di panna montata al castello!

Vatel:Depardieu-ChantillyPicardieUn castello fiabesco, le sue cucine storiche e uno chef talentuoso che dell’arte di montare la panna ha fatto un COOKING SHOW con degustazione finale! Un’occasione golosa da abbinare ai tanti tesori della tenuta. by paolo galliani

Gérard Depardieu nel ruolo di François Vatel

Gérard Depardieu nel ruolo di François Vatel

Quasi un sacrilegio: andare al DOMAINE DE CHANTILLY, che è uno dei castelli più strepitosi e sontuosi di Francia, principalmente per chiedere a uno chef di prepararvi della… panna montata. Come dire: va bene la Storia, va bene l’eleganza della splendida dimora principesca della famiglia Bourbon-Condé, vanno bene anche gli appartamenti del duca di Aumale e gli strepitosi giardini che fanno loro da corona. Ma sotto le volte delle cucine di François Vatel – vi ricordate il film Vatel in cui Gèrard Depardieu interpreta il leggendario cuoco? – oggi c’è ERIC VIGIER, un cuoco 39enne con un bel sorriso, un buon talento e le braccia forte e decise, adatte per fare girare la frusta dentro a una grossa ciotola di metallo preventivamente raffreddata e realizzare in quindici, venti minuti di esibizione una chantilly da pazzi.

DomaineDeChantilly

E al diavolo anche la disquisizione sulla vera origine della douce mousse. Da queste parti ci tengono a ripetere che sia nata qui grazie a Luigi XIV ma è la solita, scusabile leggenda metropolitana per non deludere i turisti: sanno tutti che a portarla in Francia e in queste contrade è stata Caterina de’ Medici. Ma francamente, quando siete lì nella stanzetta dalle forme gotiche in fondo alle sale del ristorante LA CAPITAINERIE, di tutte queste disquisizioni non è che vi freghi molto. Quello che importa è l’invito: cercate di presentarvi all’interno di un gruppo di almeno 30 persone e lui, lo chef, per un costo complessivo di 75 € (quindi sui 2,5 € a testa), si esibirà in uno showcooking, insomma in una dimostrazione pratica.

©M.Savart-DR

In sintesi, la preparazione: per ogni 50 centilitri di crema liquida leggera con una percentuale di grasso solo del 35%  (rispetto alla media del 45-50% utilizzata altrove) bisogna aggiungere 20 g di zucchero glace e 10 g di aromi alla vaniglia, facendo ovviamente attenzione a non esagerare con le manovre per non trasformare un’ottima chantilly in un pessimo… burro. Per Eric che sbuffa e tiene il ritmo, una vera faticaccia. Per chi osserva, solo un consiglio: occhio agli schizzi, la panna preparata al momento vola da tutte le parti! Tant’è. Il finale è atteso e non delude: degustazione e assaggio per tutti i partecipanti alla lezione.

E per i golosi, la possibilità di rifarsi in giornata ordinando ricette per profumare e aromatizzare meglio la douce mousse. Anche qui, qualche consiglio dello chef per ogni litro di chantilly: 2 cucchiaini di cioccolato amaro in polvere, oppure 1 cucchiaino di cannella in polvere o 300 grammi di scorza di limone candito. O ancora: 20 centilitri di liquore di caffè o 100 g di fragole spezzettate. C’è anche il Café Vatel he è una specialità della casa: si mette una boule di gelato alla vaniglia in una tazza, si versa del caffè bollente quindi si aggiunge un abbondante cucchiaio di chantilly. Si gira per qualche istante. E si finisce con il sacrilego ma perdonabilissimo peccato di gola. A Chantilly, la leggenda si… mangia.

INFO PRATICHE
– La formula Dégustez la vraie crème Chantilly viene proposta al ristorante LA CAPITAINERIE, nel castello, (tel. +33 (0)3 44 57 15 89) tutti i giorni (martedì escluso) dalle 12 alle 14.30 o al pomeriggio dalle 14.30 alle 17.45.
– Il pacchetto Weekend Royal en forêt de Chantilly prevede 2 giorni (1 notte) in un hotel 4 stelle (il Tiara Mont Royal), l’ingresso al Domaine de Chantilly e la degustazione della famosa panna montata preparata al momento secondo la ricetta locale: costo, 125 euro a persona.
– Dove e come: il Domaine de Chantilly è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 18 (vendita dei biglietti fino alle 17,15) ed è raggiungibile da Parigi seguendo l’A1 (uscita 7) o in treno dalla Gare du Nord. Nel weekend, bus-navetta della Keolis in partenza da Porte Maillot alle 9 e rientro a Parigi alle 17. Da Beauvais (aeroporto di arrivo di tutti i voli Ryanair dall’Italia) calcolare un’ora circa d’auto. Info su Beauvais e la Picardie: www.destination-beauvais-paris.com
– Il Domaine di Chantilly vanta tante attrattive tra cui il prestigioso Musée Condé, una strepitosa biblioteca, il museo vivente del cavallo e dei giardini alla francese e all’inglese.

Pin It

Rispondi