Parigi low cost: uno “zuppa bar” + una ricetta

Velout%C3%A9+de+lentilles+corail+au+lait+de+coco+et+curry+1Ile-de-FranceSarai a Parigi questa Pasqua? E allora ti conviene prendere un appunto: la meteo annuncia “freddo” e una sosta in questo BAR À SOUPES ti regalerà calore e colori a poco prezzo! Se rimarrai a casa, fai-da-te seguendo la ricetta… by martine buysschaert

©Gérard-LavaletteQuesta foto del BAR À SOUPES delle rue Charonne, non lontano da Place de la Bastille, l’ha scattata Gérard Lavalette, amico del Gérard Laurent che l’altro ieri ci ha consigliato il bistrot low cost LE PUR CAFÉ, che tanto vi è piaciuto. Non credo ci sia in Italia un equivalente “zuppa bar” e la cosa mi ha divertito.

Io adoro le zuppe e così i miei figli abituati fin da piccoli a questo cibo, sano, profumato e facile da cucinare. Se poi immigani di essere in giro nel Marais, con i piedi un po’ gonfi, cosa puoi sognare di più corroborante di una bella zuppa, da mangiare col cucchiaio o persino bevendola direttamente dal bol (leggi scodella). Inoltre quelle del BAR À SOUPES sono zuppe molto originali. Basta dare un’occhiata al menù: zuppa di zucca con spezie delle Antille (potiron au colombo), piselli alla menta (petits pois à la menthe), carote, mele e zenzero (carottes, pommes et gingembre), carote all’arancia (carottes à l’orange), zucca e pancetta (potiron au bacon) e persino la zuppa Blady Mary, molto hot, molto afrodisiaca. Un’avvertenza: la casa propone oggi giorno 6 zuppe, a pranzo e a cena, ma se ci arrivi sul tardi la scelta rischia di ridursi a tre. Una dritta: di primavera e d’estate il menù prevede gaspacho e qualch’altra zuppa fredda…

Zuppe-a-porterPadrona di casa di questo locale, familiare e davvero originale, è Anne-Catherine Bley, autrice di Zuppe à porter, un libro di ricette dedicato alle sue creazioni e pubblicato in italiano dalla Guido Tommasi Editore. Se lo compri in loco, puoi chiedere anche la dedica all’autrice! Per farti venire l’acquolina in bocca ti trascrivo la ricetta (per 6 porzioni) della zuppa di lenticchie rossa al latte di cocco.

Mondare 2 cipolle e affettarle, quindi pestare 2 spicchi di aglio. Versare 1 cucchiao di olio extravergine di oliva in un calderone, aggiungere la cipolla, l’aglio e le spezie in polvere – 2 cucchiai di cumino e 1 cucchiaio di cannella –, facendo rinvenire il tutto per qualche minuto. Aggiungere poi 400 g di lenticchia rossa (messa precedetemente in ammollo), 600 g di pomodori pelati e 2 l di acqua, sale e pepe q.b. Se occorre immettere altra acqua in corso di cottura. Quando le lenticchie sono cotte (in media mezz’ora), togliere dal fuoco e versare 200 ml di latte di cocco e, volendo, il succo di un limone. Mixare finemente il tutto con un frullatore a immersione, aggiustare eventualmente di sale e pepe, servire calda, magari con crostini di pane.

Info pratiche
Bar à soupes: guarda il loro video
33 Rue de Charonne
75011 Parigi

Pin It

Rispondi