Nizza: tutti in maschera con il “re dei 5 continenti”

Carnaval2013_Affiche_013Provence-Alpes-Cote d'AzurDal 15 febbraio al 6 marzo, a due passi dall’Italia, si scatena il terzo carnevale più grande del mondo. Tra parate, battaglie dei fiori, elezione della regina del carnevale e persino una maratona, ce n’è per tutti i gusti… by paolo galliani

Carnaval-Nice-16Gli amici di vogliadifrancia.it mi perdoneranno per l’ammissione: del Carnevale adoro l’apparenza, quella gigantesca parodia della vita che ti fa illudere di essere complice di un mare di gente di cui non in realtà non sai nulla. E sono portato a dimenticare il suo significato, profondo come il mare, antico come il bisogno della gente del passato di concedersi momenti di trasgressione e follia prima dell’astinenza e della penitenza quaresimali. Mi dico: colpa della Francia, così laica da indurmi a scordare che – specie in passato – le scelte degli umani sono state dettate o almeno condizionate dal timorato rispetto della religione. Nel mio caso, colpa di Nizza. Ci sono stato in tre diverse occasioni e mi sono solo divertito, anche se tra le righe di qualche volume o brochure dalle vaghe pretese sociologiche e antropologiche ho poi letto di antichi riti di passaggio, di manifestazioni popolari cariche di esoterismo, di un esorcismo collettivo per forzare l’addio all’inverno ingrato e sollecitare l’arrivo della primavera. Nella bella capitale della Costa Azzurra ricordo solo il grandissimo casino per le strade, le sfilate dei carri in Place Masséna,  le battaglie dei fiori lungo la Prom’, le allegorie, la commedia dell’arte, l’illusionismo, il fiumi di birra nei pub, le gag circensi, le tiepide giornate strappare al rigido inverno, i travestimenti per fare sembrare belli i brutti e brutti i belli. Tant’è. Se vi sembra poco, significa che non ci siete mai stati. E se non ci siete mai stati, questo può essere l’anno giusto. Perché la 129esima edizione promette molto di più del solito milione di spettatori, dei 18 carri allegorici e burleschi che sfileranno ripetutamente fra il 15 febbraio e il 6 marzo raccontando la storia del “Re dei 5 Continenti”, delle battaglie di fiori che getteranno al vento 80-100mila mimose, gladioli, gerbere, margherite, rose e garofani. Quest’anno il “Roi des mascarades” porterà in piazza un migliaio di musicanti e ballerini venuti da ogni parte del mondo; richiamerà artisti e ospiti provenienti da tutto il mondo francofono; e proporrà un’inedita Rock’ n’ Roll Marathon di 16 chilometri domenica 17 (alle 8,30), seguita a 12 ore di distanza da un bagno di Carnevale nelle acque (siamo sui 12-13°) che bagnano Place Ruhl, praticamente di fronte al Meridien. Ben sapendo che il cuore delle manifestazioni resta Place Masséna e che il corteo reale arriverà dall’avenue de Verdun, farà un tour in place Masséna e ripartirà in senso inverso.

Dai un’occahiata al video dell’edizione 2012: .

Problemi logistici? Enormi, come è normale che sia partecipando al terzo Carnevale più grande del mondo – dopo Rio de Janeiro e il londinese Notting Hill –: scordatevi di parcheggiare l’auto in centro e se potete farlo, puntate sui quartieri più lontani da Masséna, dalla Prom’ e dal Vieux-Nice (ad esempio nella zona Musiciens-Fleurs, alle spalle del Negresco). Non solo. Non fatevi molte illusioni sulla possibilità di trovare facilmente posto in un ristorante di Place Garibaldi (tipo “Café de Turin”) o della città vecchia. Bisogna fare buon viso a cattiva sorte. E scarpinare per chilometri dentro la pancia di una città trasformata in una gigantesca fiction. Poco male: ci sarà almeno modo di capovolgere i rapporti costituiti, le gerarchie sociali, i ruoli in cui tutti sembrano bloccati in questi maledetti tempi di crisi. Con una differenza. Nella vita di tutti i giorni si usano le “maschere” per sopravvivere. In un Carnevale fra Place Masséna e il Negresco può invece capitare di mettersele semplicemente per… vivere.

IL PROGRAMMA
Per conoscere nei dettagli il programma è sempre meglio navigare sul sito – anche in italiano – www.nicecarnaval.com, contattare il numero +33 (0)8 92 70 74 07  o consultare i social network (face book.com/CarnavaldeNice – twitter.com/#!/nice_carnaval). Ma alcune dritte ve le possiamo già anticipare. L’apertura del CARNAVAL 2013 ROI DES 5 CONTINENTS è previsto per la sera di venerdì 15 febbraio (ingresso libero). Il 16, grande parata dei fiori alle 14,30 e parata delle luci carnevalesche alle 21. Nuova parata il 19 (alle 14,309 e battaglia dei fiori il 20 e il 23 febbraio (stessa ora). Grande festa il 23 anche alle 21, poi si riprende con le parate – sempre alle 14,30 – il 24 e il 26. Battaglie di fiori il 27, con il bis il 2 marzo (alle 14,30; alle 21 parata delle luci). Ultime scintille, il 3, il 5 e il 6 marzo, con la cerimonia finale di chiusura alle 21.

COSTI E PRENOTAZIONI
Una prima cosa da chiarire:  a Nizza si può tranquillamente partecipare all’atmosfera carnevalesca gratuitamente, cercando di farsi largo fra percorsi ed eventi del programma. Chi vuole invece presenziare alle sfilate e alle parate più da vicino deve munirsi di un biglietto di accesso che per gli adulti costa 10 euro (20-25 euro i posti a sedere) e per i bambini (6-12 anni) è di 5 euro (10 per il posto). La biglietteria per accedere a tribune e spazi privilegiati del defilé carnevalesco si trova presso l’Ufficio del Turismo, al 5 della Promenade des Anglais ma da quest’anno funziona la prenotazione on-line e la possibilità quindi di stampare l’apposito e-ticket fa presentare agli appositi accessi.

Pin It