Magica Strasburgo: aspettando Natale

deco_fb_6624

AlsaceDal 24 novembre al 31 dicembre: il mercatino di Natale di Strasburgo è tutto un fiorire di  luci e attività. by francesca semisa

È proprio vero che Strasburgo, nel periodo dell’Avvento, trasmette quella strana eccitazione che si vive da piccoli aspettando Babbo Natale, quando la casa che per tutto l’anno è sembrata così “normale” si trasforma in un luogo pieno di magia. E non è facile ricreare questa sensazione. Ok, di anni di esperienza ne hanno tanti: in fondo la tradizione dei Chriskindelsmarik, “mercato di Gesù Bambino” in alsaziano, risale addirittura al 1570. Eppure sotto sotto, anche sapendo tutto questo, un velo di stupore non si può proprio fare a meno di averlo.

Si, perché per quanto una piccola cittadina di montagna potrebbe sembrare più adatta a un mercatino di Natale, la realtà è che Strasburgo in questi giorni si trasforma, e l’atmosfera che regna nelle vie della città è incredibilmente magica.

Si passeggia tra gli chalet illuminati, guardandosi intorno e curiosando tra gli oggetti di artigianato alsaziano, le decorazioni per alberi di Natale e presepe, ma anche oggetti provenienti da lontano (ogni anno l’intera Place Gutenberg è riservata a prodotti tipici di un diverso Paese straniero, quest’anno la Georgia). Nell’aria il profumo inconfondibile del VIN BRULÉ, dellecaldearroste e della CHOUCROUTE, il piatto a base di carne di maiale e crauti. Negli occhi, il bagliore scintillante delle splendide illuminazioni.

In realtà bisogna proprio dire che per i golosi come me questo posto è il Paese dei Balocchi. Torte FLAMBÉ, PAIN D’ÉPICES (pan di spezie), fois gras, MAENNELLE (omini fatti di pasta brioche decorata), KOUGELHOPF (un enorme ciambellone) oltre ovviamente ai BREDELE (i tipici biscotti natalizi alsaziani al burro e insaporiti con le più varie golosità) tentano il palato anche del salutista più disciplinato. Per non parlare dei vini e delle birre tipici di questa regione…

Nelle chiese poi – la Cattedrale ovviamente, ma anche le piccole chiesette e le cappelle della città –, così come ai piedi del grande albero di Natale di place Kléber, concerti di orchestra, corali, gospel, solo e duo.

E ai bambini, i veri protagonisti del Natale, è dedicata una programmazione a parte, con spettacoli, atelier e giochi. E come potrebbe essere altrimenti? Infondo sono proprio loro, senza saperlo, a creare quell’atmosfera magica. E basta guardare i loro occhi che brillano perchè ricomincino a brillare anche i nostri…

Info pratiche
Per sapere quello che bolla in pentola visita il sito di NOËL A STRABOURG
Per organizzare la tua permanenza, clicca il sito dell’OFFICE DE TOURISME, che è anche in italiano!

Pin It

Rispondi