Amiens: il festival del cinema “dove nessuno è straniero”

C’era una volta (correva gli anni ’70) un gruppetto di studenti sensibili al cinema “impegnato”. C’è oggi un FESTIVAL INTERNATIONAL DU FILM di qualità e quantità – 300 film da 50 paesi – giunto alla sua 32esima edizione. by francesca semisa

È Amiens (Piccardia), a metà strada fra Parigi e Lille, il cuore pulsante di questa manifestazione, dove un gruppetto di studenti di cinema insoddisfatti dalla programmazione troppo commerciale delle sale cinematografiche decidono di creare prima un’associazione, poi una rivista di critica cinematografica e infine, nel 1980, un festival che desse voce a quel cinema impegnato tanto trascurato dalla grande distribuzione.

Il FESTIVAL INTERNATIONAL DU FILM di Amiens, quest’anno da oggi al 24 novembre, è ormai un appuntamento atteso dai cinefili per lo spessore delle sue proposte. A cominciare dai 9 lungometraggi in gara, tutti incentrati su un’unica e stessa domanda: “come conservare intatti i legami che uniscono le persone in un mondo profondamente in crisi, in una storia che si sgretola, in una vita che si esaurisce a essere un sogno?”. Si tratta di affrontare la realtà, spesso spietata, con le armi della finzione. D’altronde la questione dell’esilio – immigrazione ed emigrazione – occupa da sempre un ruolo centrale nella “filosofia” di questo festival.

Sono in gara anche 8 mediometraggi, 11 corti di animazione– elemento storcio del festival –, 11 corti di giovani autori europei e 3 pellicole sudamericane. Completano la rassegna altre sei categorie: gli OMAGGI – con presenti i protagonisti: il regista haitiano Raoul Peck, il direttore della fotografia argentino Ricardo Aronovich, il cineasta croato 90enne Vatroslav Mimica –, le RETROSPETTIVE, il CINEMA PER l’INFANZIA, la sezione FILM D’ANIMAZIONE (chiamata Panorama) dedicata soprattutto ai creatori europei e in particolare dei paesi slavi, che poco hanno da invidiare ad americani o giapponesi, quella del FILM DOCUMETARIO (chiamata Le monde comme il va) e infine REGARDS PICARDS, dedicata ai film prodotti da “piccardesi” o girati nella regione. Insomma una proposta ricchissima di contenuti.

Amiens tra l’altro si raggiunge facilmente dall’aeroporto Ryanair di Parigi Beauvais (circa 60 km). Consultanto il sito del turismo, purtroppo solo in francese e inglese, troverete anche una serie di offerte.

Info pratiche
Festival International du Film d’Amiens
dal 16 al 24 novembre 2012
c/o M.C.A.
Place Léon Gontier
F-80000 Amiens
Tel. +33 (0)3 22 71 35 70
contact (at) filmfestamiens( dot)org
www.filmfestamiens.org

Pin It

Rispondi