Parigi: piccolo tour del Beaujolais Nouveau

Cinque indirizzi – di cui 4 “novelli” appunto – per brindare al celeberrimo cru annuale, con tanto di nome e cognome sul cosa bere e con cosa berlo. Buon déblocage a tutti. by martine buysschaert

Ogni anno il terzo giovedì di novembre scatta l’ora del Beaujolais Nouveau. Chissà perché piace spesso più del vino novello di casa nostra? Che sia perché in Francia il disciplinare prevede l’utilizzo obbligatorio della macerazione carbonica per il 100% contro il 30% dell’Italia? Comunque se non ricordi il rito del déblocage rinfrescati la memoria, leggendo il nostro racconto È l’ora del Beaujolais nouveau. Se invece hai la fortuna di essere a Parigi in questi giorni, ecco una cinquina di enoteche dove vivere la simpatica rincorrenza seguendo i suggerimenti di Alice Bosio (che sia di origini italiane?) di LE FIGARO.

Se appartieni ai buontemponi, l’indirizzo giusto è La Brocante 10, Rue Rossini – IX arr. – tel. 01 74 70 55 47 – aperto lunedì-vernerdì, 7-24 . Rinomato da tutti i lavoratori del quartiere per il buon umore del padrone di casa, tale Momo, questo simpatico bar-ristorante propone per giovedì 15, una serata “Beaujo con musica kitsch”: per ogni bottiglia di BEAUJOLAIS CHÂTEAU DE PIZAY 2012 (18 €), salumi, formaggi nonché le leggendarie patate fritte della casa a stufo!

Atmosfera briosa garantita anche a Le Siffleur de Ballons 34, Rue de Citeaux – XII arr. – tel. 01 58 51 14 04 – aperto da martedì a sabato sapendo che si potrà ballare sui mix indiavolati del DJ Monsieur Foudre (come dire “Signor Tuono”), anche perché proprio domani il locale festeggia il suo 2 compleanno. Per l’occasione si beve il BEAUJOLAIS VILLAGES NOUVEAU – XAVIER BENIER (14 € la bottiglia, 8 € se da asporto) scegliendo uno dei tanti prodotti tipici in vendita nella cantina: salumi, formaggi, pâtés, ostriche di Utah Beach.

Più di tendenza è invece La Compagnie des Vins Surnaturels → 7, Rue Lobineau – VI arr. – tel. 01 54 90 20 20 – aperto lunedì-domenica a partire dalle 18 ←. Un club privé con arredi glamour, caminetti e morbide poltrone. Per una serata “Beaujo chic” potrai degustare il BEAUJOLAIS PIERRE-MARIE CHERNETTE (6 € il bicchiere, 26€ la bottiglia). E per “com-vinitico”, qualche salume di Byzance.

Niente show per il novello invece a Le Vingt Heures Vin La Suite → 2, Rue des Goncourt – XI arr. – tel. 01 49 29 79 56 – martedì-sabato dalle 18, domenica brunch 12-16 ←. Qui si beve L’ANCIEN, una cuvée figlia di vigneti centenari prodotta da JEAN-PAUL BRUN: 3,5 € il bicchiere, 16€ la bottiglia. Tartines, insalate e taglieri per reggere la botta (15-25€). Il locale, grande, è tra l’altro il fratellino minore del famoso bar à vin Le Vingt Heures Vin.

Doppio show invece a L’ébeniste du vin → 72, Rue Boursault – XVII – tel. 01 42 28 80 43 – aperto martedì-sabato a partire dalle 17 ←. Aperto nel dicembre 2011, fu a lungo l’atelier di un vero ebanista. Un contesto moderno con tavoli di legno e una cantina rifornitissima: più di 500 eticchette. Per la serata di giovedì, due stili di Beaujolais: un DOMAINE DES MARRANS (4 € il bicchiere, 15€ la bottiglia) e un DOMAINE BURGAUD (5 € il bicchiere, 17 € la bottiglia). Per sgranocchiare, diversi prodotti tipici spagnoli (salsiccia dei Paesi Baschi, Saint Nectaire fermier, Pata Negra…)!

Ah, dimenticavo: oltre alla ricetta delle Pere al Beaujolais, a giorni arriverà quella di un fantastico dolce alla castagna. Seguici!

Pin It

Rispondi