Barjac, Alta Provenza: fiera della brocante e dell’antiquariato

Inizia domani 10 agosto la quattro giorni della 78esima edizione della Foire à la brocante et aux antiquités di Barjac, un grazioso borgo dalle arie provenzali dove scovare di tutto e di più, tra cui curiosità che raccontano storie di Francia e di francesi. by milena ercole

La famosa Fanny dei giocatori di bocce

Sì, Barjac è proprio il village des trouvailles, dove gli appassionati del genere faranno fatica a resistere a una boule d’éscalier color smeraldo, in pratica una di quelle sfere che “rifinivano” la rampa delle scale in ferro battuto nei palazzi di un tempo o a un quadretto intrigante con le forme di un culetto in ceramica coperto in parte da un pizzo malandrino, l’immancabile Fanny (questo è il suo nome) presente un tempo in ogni circolo del gioco di bocce che tutti i giocatori sfioravano prima di entrare in campo per propiziare una bella vittoria?

Due curiosità solo per dire quante incredibili mirabilia si possano scovare tra le bancarelle della grande fiera di Barjac, un paesino in pietra a circa 70 km da Avignone, sede di uno dei più suggestivi e poco noti mercatini dell’antiquariato e della brocante dell’Alta Provenza.

Si raggiunge Barjac con l’autostrada Nizza-Montélimar, uscita Bollène, poi imboccando la D 901. Per informazioni: +33 (0)4.66 24 50 65 (ore 9-19).

Pin It

2 thoughts on “Barjac, Alta Provenza: fiera della brocante e dell’antiquariato

Rispondi