Skip to content

Itinerari lavanda (7° puntata): souvenir provenzale

©LesRoutesDeLaLavande

Per chiudere in bellezza il tour in tema lavanda, ecco qualche souvenir da portare a casa: un libro da tenere sul comodino e ricette di lavanda per deliziare gli amici  … by chiara todesco

E dopo i suggerimenti sugli itinerari che profumano di lavanda, ecco qui dulcis in fundo, qualche golosità in tema. Ho preso le ricette dal libro Lavande. Aromes et bienfaits di Aymeric Lazarin&François Couplain, Ed. Sang de la Terre, un piccolo opuscolo prezioso che vi svela tutti i segreti di questa pianta aromatica e dà mille spunti su come utilizzarla. Toccare la copertina è già come immergersi in un campo fiorito.

Tornati dal vostro viaggio, non vi resta che invitare gli amici per mostrare le bellissime foto che avrete scattato durante la fioritura e servire loro una cenetta… naturalmente con dessert alla lavanda:

1. Un’idea fresca per l’estate! Il gelato alla lavanda. Vi servono questi ingredienti (e una macchina per fare il gelato): mezzo litro di latte intero, 25 cl di panna liquida, 8 cucchiaini da caffè di stevia in polvere – per chi non lo sapesse è una pianta che viene usata come dolcificante perché molto più dolce del comune saccarosio –, 6 uova, 5 cucchiai di fiori di lavanda. Procedete così: fate bollire il latte con metà della stevia. Quando bolle aggiungete i fiori di lavanda e lasciate in infusione per dieci minuti coprendo con un coperchio. Mescolate i tuorli d’uovo con l’altra metà della stevia finché il composto diventa bianco. Filtrate l’infusione e versatela sul composto d’uova. Fate cuocere il tutto a fuoco lento per 5 minuti e aggiungete la panna liquida. Mettete nella macchina per il gelato e poi nel congelatore per 3 ore e mezza.

2. E un’altra ghiacciata! Preparate una deliziosa granita alla lavanda. Ecco la ricetta: procuratevi 40 grammi di fiori di lavanda, 5 cl di olio essenziale di lavanda, 350 grammi di zucchero in polvere, 60 cl d’acqua. In un pentolino fate sciogliere lo zucchero in acqua e portate a ebollizione per 8 minuti. Ritirate dal fuoco e lasciate raffreddare, poi aggiungete l’olio essenziale e i fiori pestati. Mettete il tutto nel frizer per 4 ore grattando ogni tanto la superficie con una forchetta per evitare la cristallizzazione. Servite dividendo le granite in piccole ciotole decorate con qualche grano di lavanda.

P.S. Un ultimo appunto di viaggio, importantissimo. Tra i vostri tour segnatevi questa tappa, che prima o poi dovete fare: è il Musée de la lavande di Coustellet, in Provenza. Uno spazio tutto dedicato dove potete anche ammirare la più importante collezione di alambicchi, fare tour guidati, assistere alla distillazione. Ingresso: 6,50 €. I bambini e i ragazzi sotto i 15 anni non pagano. Visitate il sito: www.museedelalavande.com (è anche in italiano).

Ricordo che per chi li avesse persi, ci sono altri 6 articoli che descrivono itinerari di lavanda nella Drôme e in alta Provenza: per leggerli, digitate “Itinerari lavanda” nella finestra di ricerca.

No comments yet

Rispondi