Festival d’estate (1° puntata): musica e teatro nel sud-est

Li chiamano pretesti. Ma per chi – come me – ama la Francia, gli appuntamenti culturali e i festival dell’estate sono veri e propri coups de cœur, che da soli giustificano un viaggio. by paolo galliani

Io ve li indico sapendo di tentare il vostro interesse. Perché la patria di Victor Hugo non è solo ricca di monumenti, paesaggi, città d’arte. È un Paese che ha un forte senso della festa e della convivialità, anche se non è sempre capace di comunicarlo, finendo spesso col sembrare un paese “bello ma poco allegro”, “suggestivo ma non abbastanza simpatico”.  Al diavolo i clichés, anche se a volte dicono più verità di quanto non sembri. E allora vi passo alcuni rendez-vous di cui ho preso appunti e che considero imperdibili.

Fra Costa Azzurra, Provenza, Rodano-Alpi e Linguadoca c’è solo il dramma di dovere scegliere. Ed eccovi qualche spunto, saltando di palla in frasca, da una zona all’altra della Francia mediterranea.

1. Dal 2 all’8 luglio, a Sète nel Dipartimento dell’Hérault, quindi a poca distanza da Montpellier, c’è il World Wide Festival che trasforma le spiagge della città in un sorta di Goa europea, fra rap, world e techno, con giornate roventi e notti lunghe: roba da fare resuscitare il grande mito locale Georges Brassens.

2. Come dimenticare il grandioso Festival di Avignone, una sorta di Cannes del teatro mondiale, dal 7 al 28 luglio, con manifestazioni off straordinarie per le strade della bella città del Vaucluse? È la 66esima edizione: una longevità che vorrà dire qualcosa!

3. Se è per quello, a Vienne, nell’Isère, poco lontano da Grenoble, dal 28 giugno al 13 luglio c’è una delle rassegne jazz più note di Francia, assieme a quelle di Marciac e Antibes: Jazz à Vienne.

4. C’è Lione che in estate impazzisce per Les Nuits de Fourvière, gigantesca kermesse di musiche francesi e ritmi anglosassoni, di teatro, danza, spettacoli circensi e di arti plastiche: la manifestazione, iniziata il 2 giugno, dura fino al 31 luglio.

5. Ovviamente c’è anche Marsiglia che ha una vocazione tutta sua per tutto ciò che è… meticcio: ha fatto il suo debutto il 6 giugno ma prosegue fino al 6 luglio il Festival de Marseille, evento che ancora una volta trasformerà la prossima Capitale culturale d’Europa (nel 2013) in un gigantesco bastimento di arti contaminate tra le diverse sponde del Mediterraneo, tra nord e sud, fra la Vecchia Europa e la Nuova Africa.

6. Ma noi abbiamo un debole per tutto quello che succede su Porquerolles, al largo di Hyères, nel Var: dal 10 al 14 luglio, non perdetevi il festival Jazz à Porquerolles: fra sax e performance varie, avrete modo di ammirare questa splendida isola francese e di scriverci una cartolina (noi preferiremmo un post da regalare agli amici di www.vogliadifrancia.it).

We cannot display this gallery

Per leggere i post dedicati ai festival d’estate 2012 nel sud-ovest (clicca qui), nel nord-ovest (clicca qui) e nel nord-est (clicca qui).

Pin It