Costa Azzurra: Eze, un rifugio di charme

Èze Village è un rifugio dagli eccessi della mondanità. Grandi panorami, vicoli medievali, atelier d’artisti e più di un cuoco che si fa ricordare: nel trimestrale La Cucina Italiana viaggi un bell’articolo su questa gemma della Riviera. by martine buysschaertNon lo dico perché Paolo Galliani è il mio compagno di blog in vogliadifrancia.it, ma il suo articolo apparso su La cucina italiana viaggi  ora in edicola, con le foto di Stefania Giorgi, ci racconta una delizia di posto, a 400 metri sopra il livello del Mediterraneo, a metà strada fra Mentone e Nizza ma lontano dalla folla che si accalca lungo il litorale.

Insomma un balcone da dove la vista spazia e abbraccia un tratto di costa davvero notevole. Così nell’articolo troverai tutte le indicazioni per seguire il Sentiero di Nietzsche, entrare negli ateliers degli artisti che qui si sono rifugiati, visitare il magnifico Jardin Exotique, ricolmo di essenze bizzare e di sculture di Jean-Philippe Richard (nella foto iniziale del post). Ma quello che più conta è che Paolo Galliani ci fornisce preziosi indirizzi. Una tripletta di location da sogno dove fare tappa, tra cui la Bastide aux Camélias, di cui ci aveva già parlato (clicca qui per rileggere il post). Un trio di consigli per gli acquisti fra artigianato artistico e profumi. Una triade di chef (tra cui 1 stellato Michelin) al cui tavolo sarebbe un peccato non attardarsi. E se il consiglio viene da La cucina italiana, possiamo stare certi che il nostro “gusto italiano” troverà pieno appagamento!

Fra l’altro, la rivista è piena di suggerimenti golosi e non solo e in questo numero c’è anche un dossier speciale sulla Liguria, proprio lungo la strada che porta a Eze e in Costa Azzurra! Buona lettura a tutti.

Pin It

One thought on “Costa Azzurra: Eze, un rifugio di charme

  1. Pingback: Costa Azzurra, Èze: festa in stile medievale | vogliadiFrancia ♥ la Francia che piace agli italiani

Rispondi