Normandia: weekend di quiete sull’isola Tatihou

Tutti a bordo!

Normandia

Un’isola minuscola dove fare birdwatching, visitare il più piccolo museo del mare del mondo, andare “per giardini” e meditare… by martine buysschaert

Io adoro le isole e il loro confine liquido.Quando poi sono minuscole, mi commuovono. L’Île Tatihou, lungo la penisola del Cotentin (il dito normanno puntato verso l’Inghilterra), di fronte a Saint-Vaast-la-Hougue, non supera i 30 ettari, ma vi si vedono tante cose strane! Lo saputo da Yvan Sigg (clicca qui per vedere il suo blog). Come il fatto che sull’isola la barca con la quale arrivi ha le “ruote”: infatti è un mezzo anfibio!

We cannot display this gallery

Intanto, sulla metà dell’isola la fanno da padroni i gabbiani, a cui manca solo la parola per farsi capire! Ma si divertono anche le splendide volpoche e le beccacce che giocano a scovare patelle nella sabbia. Le ostriche selvatiche si raccolgono sulle rocce, ma solo chi se ne intende le trova dietro un’alga o sotto i sassi e apprezza il loro intenso sapore di mare aperto, denso di iodio. Tatihou vanta anche un museo del mare, piccolo ma pieno di “reperti” interessanti, nonché una torre fortificata di Vauban. Dietro il forte ci sono degli splendidi giardini, divisi in tre zone. La prima è il cosiddetto “giardino degli ambienti” dove sono raggruppate diverse centinaie di specie del litorale divisi per habitat: dune, rocce, lande, prati. Più esteso è il grande giardino marittimo (3 ha) con tante piante endemiche della Manica e curiose varietà orticole. Infine, nell’ex corte del lazzareto settecentesco, piccole aiuole ostentano piante esotiche che si sono adattate al rigore del clima marino.

Sull’isola non ci sono né case, né negozi, né auto, ma nella trentina di camera allestite nel lazareto, di proprietà del Conservatoire du Litoral, è possibile “vivere” un weekend simpatico per una cifra del tutto raggionevole: 75 euro a testa – 32 euro per i bambini fino a 12 anni – danno diritto a 1 pernottamento con mezza pensione (prima colazione e cena completa di aperitivo, vino e caffé), la visita gratuita della Tour Vauban e del Musée de la mer, la traversata da Saint-Vaast-la-Hougue e il ritorno, nonché un cesto di delizie golose preparate dalla Epicerie Gosselin da ritirare prima dell’imbarco! Tra l’altro, questa pizziccheria, vera e propria istituzione, opera dal 1889 e cela una quantità incredibile di prodotti tipici: è un posto pieno di fascino romantico, come peraltro è il porticciolo di Saint-Vaast-la-Houghe.

Buona isola Tatihou: poi, per favore, raccontaci come è andata!

Info pratiche
Prenotazioni per il soggiorno sull’Île Tatihou c/o Service réservation MANCHE TOURISME – tel. 00 33 (0)2 33 05 90 00 – manchescapades@manche.fr – aprile-settembre tutti i giorni – ottobre-marzo solo il weekend e nei periodi di vacanze scolastiche francesi – gli animali non sono ammessi (è una riserva di nidificazione per gli uccelli) – le camere sono spartane ma confortevoli; non hanno il televisore (evviva!) – Ricordati, quando prenoti, di portare loro il saluto di www.vogliadifrancia.it!

Pin It

Rispondi