Le voci “nude” dell’hammam al Piccolo Teatro di Milano

Rayhana - © Photo Baptiste Giroudon

Questa sera, al Teatro Studio del Piccolo, alle 20h30, lettura & mise en espace di “Alla mia età, mi nascondo ancora per fumare”, potente opera dell’attrice e drammaturga algerina Rayhana, rifugiata politica in Francia dal 2001. by martine buysschaert

“Il titolo riassume l’assurdità dell’interdizione fatta alle donne anche per cose assolutamente insignificanti, come fumare una sigaretta” racconta Rayhana (nome d’arte) in un’intervista a Jeune Afrique, sito d’informazione e di attualità su quanto accade in Africa. “Se le donne che fumano sono malviste, non è perché qualcuno si preoccupa della loro salute, ma perché così faccendo passano per essere puttane” spiega l’autrice. La pièce ambientata in un hammam d’Algeri racconta le storie di nove donne che si confrontano quotidianamente con la violenza maschile.

Tutto inizia con l’arrivo nell’hammam di una ragazza sedicenne incinta. La padrona di casa, Fatima, l’accoglie e la nasconde. L’arrivo dell’adolescente e le lamentele di una nubile che aspira al matrimonio scatena la discussione di un gruppo di donne che mettono a nudo le loro anime. Lontane dagli sguardi moralizzatori, svelano qui, senza pudore, paure, sogni e ripianti. Discutono di politica, religione e sessualità senza tabù. Affrontano le tematiche dei matrimoni forzati, delle bruciature all’acido inferte da uomini per vendicarsi di offerte di matrimonio o avanze sessuali respinte, del tanto discusso porto del velo. In questo ambiente a porte chiuse, le parole sono tanto più terribili quanto rimandano a un quotidiano vissuto. Ma l’autrice ha saputo intervallare le terribili testimonianze con momenti di pausa, di respiri salvifici che fanno nascere sorrisi. Nello scrivere quest’opera coraggiosa – la prima in francese (tradotta in italiano da Mariella Fenoglio) – Rayhana ha infranto la legge del silenzio e dell’omertà. E infatti, nel gennaio del 2010, mentre si recava a teatro per lo spettacolo (da cui è tratta l’immagine nella slide-show) è stata aggredita nel cuore di Parigi, per fortuna con esiti poi risolti.

Insomma, questa lettura-spettacolo a cui ci invita l’Institut Français Milano, nell’ambito della rassegna Parole di Francia per scene d’Italia, è una bella occasione per capire qualcosa in più delle ragioni altrui.

Info pratiche
Alla mia età, mi nascondo ancora per fumare (clicca qui per il download dell’invito)
Piccolo Teatro di Milano – Teatro Studio
3 aprile, ore 20h30
Via Rivoli 6
Tel. 848 800 304
Ingresso libero fino a esaurimento posti

Pin It

Rispondi