Picnic nel cuore di Parigi: 3° puntata

Un pane Poilâne

Parigi

Un’isola, che isola non è, a due passi dalla Tour Eiffel, un forno storico dove acquistare un pane eccezionale e un mercato coperto dove trovare il companatico. Ecco un’altra tappa del circuito dei picnic a Parigi. by martine buysschaert

Beh, a dire il vero, l’itinerario va fatto all’inverso: mercato, forno e “giardino”. Punto di partenza è la stazione della metropolitana La Motte-Picquet/Grenelle (linea 6).

IL GIARDINOPiù che un giardino vero e proprio, l’Allée des Cygnes → acceso dal ponte Bir-Hakeim (ma anche dal Pont de Grenelle) ←  è una Promenade, ovvero una sorta di viale ombreggiato al centro della Senna, lunga meno di 1 km e mai più larga di 11 metri. È un posto tranquillo per essere così centrale. Si contendono le rive 322 alberi, di più di 60 specie diverse – tra cui salici piangenti, castagni, faggi e marguerite –, e tante panchine azzurre. I cigni che danno il nome alla passeggiata furono una costosa fantasia di Luigi XIV che li fece arrivare dalla Danimarca e dalla Svezia. Per raggiungere l’isola devi imboccare, a piedi, il Pont Bir-Hakeim, guadagnarne il centro, quindi scendere le scale. Una prima tappa fotografica s’impone nel belvedere dove troneggia, enfatica e un po’ troppo guerresca per i miei gusti, la statua equestre La France renaissante (1930) del danese Holger Wederkinch; in compenso Madame Eiffel si mostra in tutto il suo splendore da una prospettiva meno scontata del solito. Abbandona a loro destino i turisti che qui s’imbarcano per il dîner-croisière e fai rotta in direzione sud-ovest. A sinistra la skyline del Front de Seine, una ventina di grattacieli alti un centinaio di metri, frutti di un operazione urbanistica degli anni Settanta: io ho preferito tenere basso lo sguardo e perdermi fra le chiatte ormeggiate, anacronistiche certo, ma così bohème da fare sognare. A destra fa da pendant la torre e la corona della Maison de Radio France, bruttina anche lei (ho tenuto il meglio per la fine!). All’estremità dell’isola, ti aspetta la libertà… in realtà è la replica in formato minore della famosa statua newyorchese dello scultore alsaziano Frédéric Auguste Bartholdi, installata in occasione dell’Esposizione Universale del 1889 e rivolta proprio verso la cugina americana. Se ami il kitsch e le foto souvenir, la balaustra sembra fatta apposta per mettersi in posa e ripetere, a mo’ di Titanic, la memorabile scena di “Jack sto volando”… Se l’autoironia non è il tuo forte ma intanto ti è venuta fame, fermati qui per il picnic ad osservare il balletto delle imbarcazioni che fanno dietro-front. Io non l’ho fatto, ma più di uno mi ha detto che la passeggiata sia ancora più gradevole di sera!

We cannot display this gallery

PER IL CESTINO DELLA MERENDA – Companatico e pane. Per il primo avrai solo l’imbarazzo della scelta passeggiando tra le bancarelle del Marché di Grenelle  → 75 Boulevard Grenelle – mercoledì e domenica mattina – tra le stazioni metropolitane La Motte-Picquet/Grenelle e Dupleix della linea 6 ←, fitte fitte e allineate sotto le colonne simpaticamente pompose che sostengono il tratto aereo della metropolitana. Di tutto e di più, e anche molta gente, con prezzi per tutte le tasche! Per il pane non c’è dubbio alcuno: fai un salto da Poilâne → 49 Boulevard de Grenelle – tel. 01 45 79 11 49 – martedì-domenica 7h15-20h15 – ci sono altre tre sedi parigine (vedi nel loro sito) ←. Non te lo regalano, ma c’è più di un motivo. La farina è sceltissima con grano coltivato nel rispetto dell’ambiente e macinato a pietra, il sale è quello di Guérande, tra i migliori al mondo, il lievito quello della pasta madre prelevata dall’infornata precedente. È pane cotto a legna con fuoco alimentato da segatura e legno di recupero. Insomma, un must nel suo genere, e un pane così buono – e sano – che potresti mangiare solo quello! La Miche Poilâne, una pagnottona di quasi 2 kg costa 8,70 euro e si mantiene perfettamente fresca anche per 5 giorni, quindi puoi farci più di un picnic!

DULCIS IN FUNDO – Finito il picnic, se vuoi la ciliegiana sulla torta, devi andare da Lenôtre Passy Kennedy 102 Avenue du Président-Kennedy – tel. 01 55 74 44 44 – lunedì-sabato 9h30-21h30 e domenica 9h30-21h ← un traiteur storico della capitale con dei dolci che hanno fatto la sua reputazione, come il nero Délice au chocolat (va bene anche uno per due, tanto è) o una squisita Tarte au citron méringuée! Per raggiungerlo, a 500 metri di distanza, ti basterà salire sul Pont de Grenelle e, finito il ponte, prendere la seconda sulla destra.

Buona isola a tutti! Se vuoi trovare altri luoghi campestri nella capitale, nella finestra del cerca (vedi a sinistra) digita “Picnic nel cuore di Parigi”.

Pin It