Picnic nel cuore di Parigi: 2° puntata

Picnic sul prato a due passi dall'Eiffel

Parigi

Ecco la seconda tappa del circuito dei giardini segreti di Parigi – incluso un indirizzo goloso dove approvigionarsi – per gli appassionati di pause campestri. by martine buysschaert

Ho visto dalle visite del blog che la prima puntata di Picnic nel cuore di Parigi è piaciuta molto, quindi reitero l’offerta con questa seconda proposta, sempre centrale sempre nascosta…

IL GIARDINOEquidistante dalla Tour Eiffel e il Musée d’Orsay, nascosto dietro un alto muro di pietra, estende i suoi 7000 m2 il Jardin Catherine-Labouré → 29 Rue de Babylone (VII arr.) – orari molto variabili in base alla stagione, mediamente 8h30-19h – metro Sèvres-Babylone o Saint-François Xavier ←. Un orto pedagogico, un frutteto e quattro bei prati dove ci si può sdraiare: una sorta di libro di botanica all’aperto dove osservare tigli e pioppi, meli e ciliegi, noccioli e ribes, ginestre e salici, per non dire della pergola di viti. Insomma un piccolo eden che ha mantenuto tutto il fascino del giardino conventuale che era tanto da avere ancora un settore a forma di croce. Spazioso e piacevole, è più tranquillo verso metà giornata, quando i bambini e i liceali del quartiere sono ancora impegnati nelle loro attività.

PER IL CESTINO DELLA MERENDA – Il posto giusto è l’Épicerie générale, “il” negozio bio del quartiere → 43 Rue de Verneuil (VII arron.), una traversa di Rue du Bac – tel. 01 42 60 51 78 – aperto martedì-sabato 10h30-20h e domenica 10h30-14h ←, con prodotti tipici regionali e piatti di stagione pronti. Volendo fare le cose in grande c’è persino la possibilità di farsi preparare un cestino picnic su misura, completo di bicchieri, posate, tovaglia e tovaglioli, un vero lusso che costa dai 10 ai 90 euro.

We cannot display this gallery

DULCIS IN FUNDO – Se l’esperienza ti provoca una crisi mistica o più semplicemente vuoi rendere omaggio alle suore all’origine di questo giardino, puoi sempre fare un salto nella vicina Chapelle de la Médaille miraculeuse → 140 Rue du Bac (a est del giardino), individuando il portale sovrastato da una statua della Vergine in una nicchia ←, in cui a fianco dell’altare riposano in teche di vetro, quasi fossero “belle addormentate”, Louise de Marillac, fondatrice del Couvent des Filles de la Charité a cui apparteneva il giardino, e Catherine Labouré, la novizia protagonista delle visioni che, incredibile ma vero, attira oggi numerosi pellegrini da tutto il mondo.

Bon pique-nique a tutti! Se vuoi trovare altri luoghi campestri nella capitale, nella finestra del cerca (vedi a destra) digita “Picnic nel cuore di Parigi”.

Pin It