Parole di Francia: ✎ Gîte

© Maison Suhigaraia - Un "gîte" a Oregues, nei Paesi Baschi francesi

© Maison Suhigaraia - Un "gîte" a Oregues, nei Paesi Baschi francesi

 Un gîte – letteralmente “alloggio” – è semplicemente una casa vacanza, solitamente in ambiente rurale, che si affitta e si gestisce in totale autonomia.

Viene detto gîte rural quando è in campagna, magari all’interno di una fattoria, l’equivalente di un appartamento in un nostro agriturismo.

Viene chiamato gîte d’étape il rifugio (o un alloggio equivalente) quando serve, appunto, a fare “tappa” durante un viaggio itinerante, perlopiù a piedi o in bicicletta.

Alcuni gîtes – come i meublés de tourisme (ammobilliati per il turismo) – richiedono e ottengono dalla prefettura una classificazione, definita in stelle (da 1 a 5).

Altri gîtes sono legati ad associazioni come Accueil Paysan, Clévacances e in particolare Gîtes de France che classifica i suoi alloggi in base a épis, ovvero “spighe”, da 1 a 5: quest’ultimi possono spesso considerarsi veri e propri alloggi di charme. Si stanno diffondendo anche i gîtes pour 2, strutture di piccole dimensioni (spesso monolocali) adatti alle coppie. Il fatto di essere “garantito e referenziato” da un’associazione offre ovviamente maggiore affidabilità.
Di particolare interesse, tanto da vantare un marchio europeo, sono gli ecolo-gîtes – fattorie o ecolodges – perlopiù in ambiente bio e con grande attenzione al turismo sostenibile. I gîtes Panda sono quelli legati al WWF, magnificamente ambientati nei parchi e nelle riserve.
gîtes riservati ai nudisti sono riconosciuti dalla Fédération Française de Naturisme. In ultimo ci sono i gîtes di privati, non associati, da prendere in considerazione caso per caso.

Il termine gîte viene talvolta confuso con quello di chambre d’hôtes, ovvero l’allogio presso gli abitanti – il nostro B&B –, in cui è prevista la prima colazione.

 

Pin It

Rispondi